Pontificia Commissione per la Tutela dei Minori

La Commissione accoglie con favore la creazione della Commissione congiunta UISG-USG per la Cura e la Protezione

La Pontificia Commissione per la tutela dei minori ha tenuto la sua XIV Assemblea plenaria ordinaria dal 16 al 18 settembre.

I membri della Commissione hanno esaminato l'impatto del trasferimento online dei loro programmi di sensibilizzazione, di studio, di ricerca e d'insegnamento. Hanno poi discusso delle opportunità e delle sfide presentate dalle realtà virtuali e digitali in evoluzione, nonché degli effetti dell'isolamento e della quarantena, in particolare su minori e persone che hanno subito abusi.

Il gruppo Working with Survivors ha condotto una serie di riunioni virtuali con persone che hanno subito abusi, con i loro familiari e con professionisti del campo. I membri della Commissione li hanno ringraziati per la loro generosa presenza e per aver contribuito all'approfondimento delle conoscenze. Gli sforzi del gruppo sono ora volti ad integrare quanto appreso in una serie di webinar e seminari sul ministero per chi ha subito abusi, tenendo conto dei vari contesti culturali. Nonostante la pandemia abbia fortemente colpito il lavoro del progetto pilota Survivor Advisory Panels, (comitati consultativi di sopravvissuti a livello locale) si iniziano ad intravedere alcuni frutti. Per esempio, il gruppo del Brasile ha dato l'impulso con la creazione di un ufficio che, come task force della loro Commissione di tutela speciale, aiuti ad applicare Vos estis lux mundi.

Il gruppo di lavoro Educazione e formazione ha studiato i risultati della serie di webinar su "La protezione dei minori e delle persone vulnerabili in tempi di Covid-19", che si è tenuta recentemente in collaborazione con la UISG, il Centro per la tutela dei minori e Telefono Azzurro. Ai webinar hanno partecipato responsabili di congregazione, persone incaricate della tutela nell'ambito della pastorale, nonché operatori nel campo della formazione, dell'educazione cattolica, della salute e dell'assistenza sociale. I partecipanti ai webinar si sono detti interessati a ricevere una maggiore formazione online su questioni pratiche riguardanti la tutela. È intenzione della Commissione continuare a offrire questo tipo di programmi formativi in un futuro prossimo.

La Commissione accoglie con entusiasmo la creazione della Commissione congiunta UISG-USG « Cura e Protezione ».
Siamo grati dell'occasione data di compiere, insieme a uomini e donne della Chiesa, questo percorso nell'ambito del nostro ministero con minori e persone vulnerabili.

Dall'ultima plenaria, il gruppo di lavoro su Linee Guida e Norme per la Tutela, sotto gli auspici della Pontificia Commissione, ha tenuto un seminario speciale dal titolo "Promuovere e tutelare la dignità delle persone accusate di abusi contro minori e adulti vulnerabili: l'equilibrio tra riservatezza, trasparenza e responsabilità".

Vorremmo ringraziare gli ufficiali dei diversi dicasteri della Curia romana e gli esperti nelle diverse discipline canoniche, provenienti dal mondo intero, che hanno contribuito al dibattito sulle questioni procedurali riguardanti il sacramento della Riconciliazione, i processi canonici e le questioni di giurisprudenza. La Commissione era felice di sentire che gli studi che sono stati presentati in inglese e in italiano saranno pubblicati su Periodica, la rivista di diritto canonico della Pontificia Università Gregoriana. I membri sono convinti che sarà un importante contributo al sapere in questi ambiti di rilievo.

La Commissione ha inoltre parlato della pubblicazione, il 16 luglio 2020, del Vademecum della Congregazione della dottrina della fede e di come abbia contribuito a rafforzare l'amministrazione della giustizia e a chiarire meglio che chi ha subito abusi deve essere ascoltato. I membri continuano a studiare come aiutare le Chiese locali e gli istituti religiosi a metterlo in pratica.

Nel concludere la riunione i membri hanno espresso il loro sostegno a coloro che sono stati colpiti direttamente o indirettamente dall'attuale pandemia di Covid-19.